03 Marzo 2024
ASD TIRRENO ATLETICA CIVITAVECCHIA
...
#diventiamograndinsieme
dona il tuo 5x1000 06328191009
news
percorso: Home > news > News Generiche

60^ mezz'ora di S.Silvestro ricordando il dott Riccardo Iacoponi

31-12-2023 20:07 - News Generiche
60^edizione della mezz’ora di san Silvestro: l’allenamento collettivo al “Moretti-Della Marta” è un appuntamento immancabile per salutare l’anno agonistico appena trascorso. Iniziato agli albori dell’atletica Civitavecchiese per le strade, poi tra lo stadio Fattori e la pineta della Frasca, dal 2002 è l’impianto di Atletica del quartiere S.Gordiano che al fischio di partenza di Giancarlo Peris e Luigi Gatti vede la scia di atleti di tutte le età correre per 30minuti ognuno al proprio passo cercando di battere il record personale dell’anno precedente. L’evento coincide con il ricordo del maestro Oscar Barletta e alla memoria del Dottor Riccardo Iacoponi, tra i fondatori dell’atletica civitavecchiese e atleta di buon livello.

Il premio in ricordo della giornata dedicata a Riccardo Iacoponi viene assegnata a Matteo Moretti che macina più Km al suono dello scoccare dei 30’; al femminile la distanza maggiore è appannaggio di Isabella Papa.

Nella stessa mattinata vengono assegnati i riconoscimenti agli atleti che hanno ottenuto un posto d’onore nell’attività societaria. Tante le prestazioni che hanno messo a dura prova il presidente Ubaldi e alla fine la scelta è andata alla squadra allieve argento ai campionati italiani di cross a Gubbio; a Matteo Bonamano record cittadino (allievi) 60 ostacoli in 8”66, alla 4x400 assoluta con Federico Ubaldi-Joel Calbi-Alessio Feuli-Riccardo Vanzetti con il record cittadino di 3’21”28; alla 4x100 assoluta con Alessio Feuli-Lorenzo Patanè-Filippo Masoni-Alessio Mangano record cittadino in 43”25.

Ricordando Riccardo:

Riccardo Iacoponi, atleta della prima ora dell'atletica civitavecchiese, laureato in Scienze Biologiche all’Università di Roma con una tesi sperimentale sulla “Preparazione biochimica alla prestazione muscolare nell’atletica di fondo”, specializzato in Analisi Chimico Cliniche e Microbiologiche. Diventato biologo e nutrizionista,dirigente dei servizi sanitari ed esperto di nutrizione e doping. Negli anni ‘60 partecipa come tedoforo alle Olimpiadi di Roma insieme ad un altro atleta di Civitavecchia, Giancarlo Peris, che in quell’anno accese la fiaccola Olimpica, entrambi erano atleti del CUS Roma. Con il maestro Oscar Barletta, seguì Roberta Brunet in veste di dietologo ed analista. Roberta nel 1996 ottenne la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta nei 5000 metri piani. Studia un particolare tipo di alimentazione e di allenamento per incrementare il contenuto di glicogeno nei muscoli dei maratoneti. Ha poi approfondito le sue ricerche sulla nutrizione nello sport con studi e lavori sul metabolismo del ferro. Ha continuato negli ’70 e ’80 a occuparsi di ricerche di Fisiologia dello Sport anche in collaborazione con il dott. Enrico Arcelli (preparazione alimentare alla maratona, anemia da sport, diete per l’assorbimento del ferro), pubblicando parte dei suoi lavori. Ha collaborato alla campagna contro il doping promossa dalla gazzetta dello Sport (1996) e ha contribuito alla stesura di un progetto di legge per la tutela sanitaria delle attività sportive. Riccardo fu anche amante della musica lirica e come baritono fece parte della compagnia di Franca Valeri e del maestro Maurizio Rinaldi. Negli ultimi anni la sua attività si concentrò sullo studio di una dieta naturale e sulla lotta contro l’abuso di farmaci. Come atleta, ricordiamo tra le varie prestazioni, la vittoria del Campionato Italiano di Società nel 1963 con il Cus Roma (m. 10.000)

Fonte: Patrizia Rotolo

Realizzazione siti web www.sitoper.it