24 Novembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

Cross Tor Tre Teste

07-03-2013 15:17 - News Generiche
Il parco di Tor Tre Teste, a Roma ha ospitato la III prova del trofeo giovanile di cross, valida come campionato regionale individuale per la categoria cadetti e ragazzi (1998-2001), in gara anche le categorie esordienti(2007-2002) tutti accompagnati dagli allenatori Claudio Ubaldi, Lorella Pagliacci e Riccardo Virtuoso.
Tanti i piccoli esordienti classe C (anni 2006-2007) al via al giro dei 400m, gara che ha visto l´arrivo quasi in simultanea del portacolori della SS Lazio davanti alla coppia d´acciaio della Tirreno Simone Galeani e Leonardo Dolci, ad una manciata di posizioni Lorenzo Giusti e Lorenzo Braccini all´esordio agonistico nel cross.
Fra gli esordienti anno 2004-2005, gara regolare per Matteo Mari che chiude a centro gruppo dopo un avvio prudente.
Più di 60 partecipanti al via del doppio giro di percorso, 800m per gli esordienti A (anni 2002-2003), una nuvola di bambini parte compatta allo sparo dello starter, immediatamente Gabriele Romiti si porta davanti al gruppo, si mantiene in testa, al secondo giro adotta un passo regolare e conclude 16°, buona la gara di Stefano Braccini che conclude 29° con una gara tutta in rimonta, gara in simultanea per Beatrice Di Luca e Caterina Riccetti che arrivano in accoppiata al 35^ e 36^ posto.
Sul percorso dei 1000m della categoria Ragazze, dopo una gara coraggiosa e corsa tutta all´attacco, Chiara Pantano è 26^, ma 7^ dell´anno 2001 e Luca Di Gruso, anche lui all´esordio agonistico, riesce a portare a termine la gara dei 1500m., una distanza inusuale da affrontare per chi come lui ha appena iniziato l´attività atletica.
2500m per la categoria cadetti, oltre il titolo in palio c´è l´accesso ai campionati italiani che si terranno domenica prossima a Rocca di Papa, accesso garantito per i primi 10 classificati, un Davide Galeani febbricitante è 9° dopo una gara regolare ma ricca di continui sorpassi, con la volata finale centra la convocazione.
Subito dietro, uno sprint finale tutto in famiglia tra Gabriel Malandra e Antonio Giordano che chiudono 32° e 33° divisi soltanto da 2 decimi di secondo e portano punti preziosissimi per la conquista dell´ottavo posto di squadra.
Una pur bravissima Sofia Spadaro, sulla distanza dei 2000m, nonostante un´ottima gara sempre nel vivo della competizione, non riesce a conquistare la qualificazione per i campionati italiani, chiude 14^a pochissimi secondi dal 10° piazzamento che garantirebbe la qualificazione, un piazzamento che lascia ben sperare per il proseguimento della stagione anche in considerazione del fatto che Sofia è 4^ delle atlete nate nell´anno 2000



Fonte: Patrizia R.

Realizzazione siti web www.sitoper.it