27 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

A RIETI PAGLIACCI LORELLA CENTRA IL MINIMO PER GLI ASSOLUTI.

27-04-2009 - News Generiche
Pagliacci Lorella non finisce di stupire. Dopo la vittoria al Vivicittà di Civitavecchia, a Rieti la scorsa domenica, nella pista teatro di indimenticabili meeting internazionali, in occasione della prima prova del Campionato di società di corsa centra al primo colpo il minimo di partecipazione per i Campionati Italiani Individuali di Milano sui metri 10.000, facendo fermare il cronometro sul tempo di 36.15.82, primato personale e primato cittadino, che già le apparteneva, abbassati di 17 secondi.
Le condizioni meteorologiche non lasciavano presagire niente di buono. La fastidiosa pioggia iniziata a cadere sulla pista nel primo pomeriggio rischiava di pregiudicare il tentativo di primato, ma giove pluvio, proprio quando le atlete erano schierate sulla riga di partenza, ha voluto concedere una tregua, e allo sparo dello starter le condizioni erano ottimali. La gara è stata tutta altro che facile. Le atlete del Gruppo Forestale hanno lanciato la competizione subito su ritmi proibitivi ma Lorella non si è lasciata coinvolgere in una tattica che poteva rivelarsi per lei suicida. Ha iniziato ad inanellare giri su giri con una regolarità impressionante e la sua tenacia è stata premiata con il primato personale, con il titolo regionale master ma soprattutto con il passi per i Campionati Italiani Individuali Assoluti che si terranno a Milano a fine luglio. "Mi sono tolta un bel peso", sono state le prime impressioni a caldo "sapevo di valere questa prestazione, ma venticinque giri sono tanti e può accadere di tutto, anche cedimenti improvvisi o cali di tensione. Avercela fatta al primo tentativo è una grossa soddisfazione e soprattutto mi evita di andare a cercare altre gare in giro per l´Italia."
In gara nella prova maschile anche Casalini Vittorio che con il tempo di 34.14.62 chiude al novo posto la propria batteria dopo una gara volitiva e caparbia. Purtroppo la pista resa scivolosa dalla pioggia caduta e la scelta di correre senza scarpe chiodate per preservare i tendini da pericolosi sovraccarichi non gli hanno permesso di fare il personale sulla distanza ma conferma comunque le sue ottime condizioni di forma dopo il sesto posto ottenuto al Vivicittà.


Fonte: Redazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it