26 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

La Tirreno Atletica cala il poker.

17-04-2019 23:50 - News Generiche
Vittorio Casalini M40 (foto Lorusso)
Avvio di stagione scoppiettante per la Tirreno Atletica Civitavecchia con un fine settimana di gare svolto su due fronti: allo Stadio Zecchini di Grosseto per il 10000m del campionato di Società Assoluto di corsa, valevole come campionato regionale individuale e allo Stadio della Farnesina di Roma con il Trofeo Atleticamo e con il campionato di Società cat. Cadetti.
Dalla terra toscana, la spedizione capitanata dal tecnico Mauro Lorusso rientra con un carico di quattro maglie di campione regionale e un argento: il 10000m è una gara evento, 25 giri in cui l’allenamento muscolare deve andare di pari passo con l’allenamento mentale, in una gara dai ritmi persistenti e resistenti in cui la concentrazione non deve mai lasciare l’atleta. Dalla metà gara, il vento che anticipa la pioggia ha iniziato a soffiare forte, il che rende tutto più impegnativo ma i portacolori civitavecchiesi non demordono: al traguardo con 35’46”77, Vittorio Casalini vince la cat. M40; per la cat M50 Gianluca Pierdomenico si aggiudica il titolo regionale in 37’19”20 a fargli compagnia sul podio una medaglia d’argento colma di orgoglio per Savino Lamastra che conclude la sua fatica in 38”44”14. Il bottino si arricchisce dei titoli laziali anche per Claudio Furlan Cat. M55 in 39’40”48 e per la cat M65 con Valter Michesi in 42’04”66.
A Roma, le due giornate dedicate ai giovanissimi sono state condizionate dal maltempo, con ritardi e alcune gare svolte sotto il diluvio incessante. Per il Trofeo Atleticamo, Matteo Bonamano sceglie la combinazione salto in alto-ostacoli-300m ma per la forte pioggia gli ostacoli vengono convertiti in 60 m piani che corre in 8”87 piazzandosi in quarta posizione; al salto in alto, gara strepitosa con il PB alla misura di 1,52m interrotta da una forte grandinata quando erano rimasti in gara solamente Bonamano e l’atleta delle Fiamma Gialle.
Per gli esordienti della cat. M6 nati 2012 , la combinazione prevede 50m e lancio del vortex; gare portate a termine con Andrea Tavella che registra 9”34 alla prova di velocità e al vortex lancia a 16,05m. Il compagno Francesco Leoncelli percorre i 50m in 9”56 e il miglior lancio atterra a 10,35m. La classifica finale vede vincere Tavella con 250punti e Leoncelli è terzo con il punteggio di 132 punti. Per la cat superiore, la M8 (nati 2010/2011), Ifa Di Gennaro purtroppo incontra la pioggia e vede tagliata a metà la gara con la realizzazione di un solo salto in buca. Comunque una condotta ottima per lui che lo vede affrontare i 50 hs per la prima volta in gara, chiusi in 11”69 e il salto in lungo con la misura di 2,68m che gli vale la 16^ piazza su 50 partecipanti.
Campionato di Società cadette (2004-2005) prima prova. Le Quattro cadette coese e determinate affrontano una 4x100 ai limiti della praticabilità della pista, una staffetta che ha bisogno di qualche ritocco nei cambi ma che si chiude con un incoraggiante 54”15. Ottimi risultati nelle gare individuali dove tutti hanno ritoccato o sfiorato il proprio personale. Velociste ai blocchi di partenza con Giulia Barlaam che ferma i cronometri a 10”77 sfiorando di 3 centesimi il personal best seguita da Matilde Patanè che invece lo fissa a 11”53 così come Emma Carucci con 11”70, entrambe al primo anno di categoria.
Giulia Barlaam doppia l’impegno con il getto del peso a 8,28 metri per un 3° posto. Emma Carucci alla seconda prova agonistica della giornata sigla il personale stampando un convincente 47”36 sui 300 metri prima che l’ennesimo temporale interrompesse definitivamente le gare.
Seconda giornata che apre con i 150 metri dove Matteo Guerrucci rompe il ghiaccio con 22”89 sui 150 metri. Sulla medesima distanza il terzetto delle velociste nostrane si conferma altamente performante. Personal best per tutte con Giulia Barlaam che con 19”88 infrange per la prima volta la barriera dei 20 secondi seguita dalle compagne di squadra Matilde Patanè e Emma Carucci, anche loro al personale con 21”56 e 21”91. Grande prova di Margherita Vanzetti che all’esordio in prove outdoor vince la propria serie con una condotta di gara degna di una veterana, che la porta a superare la battistrada sul rettileo finale concludendo in 1’58”47, prima di cimentarsi nella staffetta.
“Un avvio di stagione outdoor veramente esaltante, sicuramente impegnativo, sia logisticamente che emotivamente, ma altrettanto gratificante proprio perché alla qualità dei risultati si aggiunge il dinamismo organizzativo che permette ai nostri atleti di fronteggiare gli impegni agonistici con sicurezza.”





Fonte: Patrizia Rotolo

Realizzazione siti web www.sitoper.it