16 Novembre 2018
tirrenoatleticacivit@libero.it
news
percorso: Home > news > News Generiche

Una Società sempre in cammino

01-11-2018 09:17 - News Generiche
“40 anni insieme, per educare, aiutare, per crescere ”. Tematica importante per il compleanno dell’associazione “il Ponte”: le immagini e le parole del fondatore Don Smacchia sono presenti nella quotidianità di ognuno di noi e molto più presenti in chi si occupa di associazionismo.
La Cerimonia dell’annullo postale del francobollo assegnato dal Ministero dello Sviluppo Economico alla città a favore del “Ponte” ha avuto come leitmotive il senso civico. In questo ambito ci sentiamo attori partecipi. Il riconoscimento a favore di Luigi Gatti per la sua storia sportiva indiscussa e blasonata dal tricolore, si fonde e continua con l’insegnamento del valore di associazionismo: pietra miliare dell’ Atletica cittadina insieme a Silvio Fontana , Sandro Mecozzi e Giancarlo Peris, ha dato linfa vitale ai movimenti di base dello sport cittadino e alla collaborazione con gli istituti scolastici. Luigi Gatti è un capofamiglia, è la nostra guida, è un uomo di sport che riesce a dialogare con tutti, lavora per lo sport e per l’impianto ( saggi di scienze politiche si discutono sotto gli alberi di ulivi del campo che cura lui stesso), è un uomo dal pensiero moderno e ha la capacità di vedere il disegno completo. Ma non è una statua. Volete vederlo alterato? Maleducazione, mancanza di rispetto, l’arroganza di chi si sente padrone della “cosa comune” lo rendono duro. Ci Insegna a dire “No”.
Il Premio a Luigi Gatti e all’ Atletica cittadina è il premio a chi negli anni ha sostenuto il valore di sport e sociale : Claudio Ubaldi il nostro Presidente che passa dal cronometro alle lezioni teoriche al manutentore , a Rossella De Paolis allenatrice e oggi figura di riferimento per “Il Ponte” , all’allenatrice Fiamma Cianfrini, una forgia per i piccoli atleti , a tutti gli insegnanti di educazione fisica delle scuole con i quali collaboriamo, a Mauro Lorusso atleta della prima ora e oggi allenatore del gruppo podistico, fino alle nostre amate famiglie. Siamo tutti figli del Maestro Oscar Barletta che diceva” il cronometro nella mia mano ha poco valore se non ci uniamo il sudore e i pensieri di voi che fate muovere quel cronometro”.
L’Impianto di atletica leggera civitavecchiese è stato voluto fortemente da Luigi e dal suo gruppo e nello scegliere uno sport da abbinare propose la convivenza con la società di Rugby, è grazie a lui che i rugbisti hanno una casa e non credo abbiano dimenticato le loro origini in un angolo del “Tamagnini”. Uomini di sport come Mauro Tronca, Valter Menichelli, Felice Raponi, Fabrizio Regina sono esempi del cuore pulsante del rugby nostrano insieme ai nuovi discepoli Emanuele Diottasi e Alessandro Crinò continuano la sfida dei loro padri fondatori.
L’Atletica Civitavecchia oggi si chiama Tirreno Atletica Civitavecchia, è una Società in continua crescita e cresce con i suoi atleti. Li vedi crescere, diventare allenatori, diventare dirigenti, diventano mamme e papà e i loro bambini scorrazzano per l’impianto ; c’è chi è diventato insegnante di educazione fisica nelle scuole, chi insegna altri sport, chi ha aperto palestre, chi ti segue da lontano e appena può torna alla pista di casa, chi è entrato dal cancello come accompagnatore dei figli ed oggi è volontario, istruttore, atleta. Mille casi per mille vite tutte sotto il segno della tartaruga, il disegno di poco più di 40 anni fa che ancora ci accompagna e che ci ricorda che la longevità è solo per chi accetta di porsi domande ogni giorno.
Perché per un’occasione così importante era presente solo una micro-delegazione? Fosse stato un altro giorno, le presenze sarebbero andate dal piccolo atleta di 5 anni a Riccardo Virtuoso giovane portabandiera di 81 anni passando da tutti gli allenatori e a tutti i volontari, ma avevamo promesso un pomeriggio di giochi e merende golose al “Moretti-Della Marta” . Una sfida sociale ci attendeva: allenatori di atletica e rugby insieme, un allenamento ludico sullo sfondo del “dolcetto –scherzetto”, ottimo pretesto per collaborare e crescere insieme. Abbiamo iniziato con il truccabimby di Silvia Nasso me della sua bellissima pancia e di Rita Ubertazzo, colonna fondamentale della Società, per poi proseguire con i giochi in campo e in pista. E’ andata bene? Si può migliorare? Sicuramente si, ma siamo orgogliosi che lo sport viaggi sulle ali della gioventù.
Questo non è un comunicato stampa per dire quanto siamo bravi, non ci interessa, è solo una riflessione con accenni ad un mondo infinito, il mondo dell’umanità che può essere messo in salvo solo dal sorriso, dal lavoro in gruppo e dallo studio. Le immagini del gruppo di Don Egidio che ritraggono i ragazzi in strada, nei sentieri di montagna, sulla spiaggia, sono immagini di ragazzi sempre in cammino. Siamo un gruppo sempre in cammino, sempre in movimento, nella nostra perfetta imperfezione ma comunque sempre in movimento.



Fonte: Patrizia Rotolo

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata