23 Ottobre 2019
tirrenoatleticacivit@libero.it
news
percorso: Home > news > News Generiche

Strepitosi Ragazzi!

07-10-2019 08:15 - News Generiche
Lo stadio Giovanni Scavo di Velletri si è riempito della gioventù laziale per il Campionato regionale individuale cat ragazzi (2006-2007) . Regia accurata e precisa della società di casa, che ha gestito circa 300 atleti partecipanti alle sfide per ottenere il titolo di campione regionale.
Per i risultati dei nostri portacolori, emozionanti le gare dei 1000m : Leonardo Dolci abbatte il muro dei 3’ e si regala un superlativo PB con 2’59”21 salendo sul podio per l’argento, così come Sara Pontani che si butta all’inseguimento dell’atleta di casa e raggiunge anche lei l’argento e il Pb in 3’10”23. Ancora 1000m per Myriam Tofi che si aggiudica la maglia di campionessa regionale per la cat 2007 con l’importante crono di 3’26”24. Nel salto in alto Matteo Bonamano con una serie di salti puliti, stabilisce la misura record di 1,56m ed è argento , con lui Riccardo Ciurlanti che chiude una gara eccessivamente timida al sesto posto.
Ancora podio per la 4x100 di Baliva-Ciurlanti-Dolci-Bonamano che vince la batteria con il tempo di 56”57 e sale sul podio per un meritatissimo bronzo.
Gli ottimi risultati di giornata continuano con le prestazioni di Consuelo Giovagnoli con 9”66 sui 60m; con Andrea Augelli nel lancio del vortex, scagliato a ben 31,12m e poi spinge nei 60m per concludere in 9”34.
Riccardo Ciurlanti registra 9”03 sui 60m gara ad hoc per scaldare i muscoli per la staffetta, Alessio Gabella cat 2007 , inizia a muovere i primi passi con determinazione e conclude i 60m in 10”10 e i 1000m in 3’59”92.
Fabio Massimo Baliva si presta anche al getto del peso e segna il primato personale con 9,44m al secondo tentativo che fa la coppia con il PB dei metri 1000, fortemente voluto, di 3’37”97.
I tecnici in campo , Claudio Ubaldi, Massimo Dolci e Lorenzo Patanè esprimono grande soddisfazione per i risultati ottenuti : “gare incredibilmente avvincenti per intensità agonistica e carica emotiva, considerando la giovane età dei protagonisti, tutti al primato personale. Basti pensare al 3° posto della staffetta ottenuto per soli 2 centesimi di secondo. Stanno crescendo con la giusta mentalità, senza pressioni ma con l’impegno e la determinazione che merita lo sport.”



Fonte: Patrizia Rotolo

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]